Mosquito

Dressing di una mosca secca, andiamo a costruire oggi un Mosquito, un po’ rivisitato..

Questo modello di mosca secca l’ho vista tra i milioni di foto di mosche artificiali presenti su internet, e la cosa che mi ha colpito di più e che più si differenziava dalle altre è stata l’ala in poly messa in diagonale.

Così mi sono messo al morsetto e ho provato a costruire questo Mosquito. Il dressing della mosca è abbastanza semplice e veloce e credetemi quando vi dico che questa mosca secca fa la differenza!

Io l’ho usata questa stagione di pesca nei momenti più difficili e mi ha sempre salvato, facendomi fare anche delle belle catture.

L’ultima volta l’ho usata in un coup du soir sul Piave a S.Stefano, “ai lumini” per chi è pratico, e chi conosce il posto sa che non è propriamente facile… e comunque ho preso in tutte quelle situazioni dove il pesce, attivo in bollata, rifiutava qualsiasi tipo di mosca, anche quella che vedevo schiudere e sempre, e non è per dire, quando ho messo questo artificiale cominciavo a prendere qualcosa.

PS: Cercando ora qualche info in più sul mosquito mi sono imbattuto in un articolo scritto dal mitico Angelo Piller su questo sito, dove spiega un montaggio simile con materiali diversi. Fossi in voi le proverei :).

Questa mosca secca io la faccio sempre sul #18/20 e grazie al poly bianco e sempre molto ben visibile.

Qui sotto troverete lo step by step fotografico e il video dressing della  mosca secca Mosquito con la lista dei materiali per costruirla 

Amo: Partridge Ideal Dry #18-20

Filo di montaggio: Veevus 16/0

Code: Fibre di gallo grizzly

Corpo: Pelo di alce

Ali / Wings: Poly bianco – White poly

Hackle: Gallo grizzly

Fissate il filo di montaggio all’amo

Prendete un ciuffo di polypropilene bianco e fissatelo 3/4 dell’amo

Piegate tutto il poly in avanti e fissatelo per mantenerlo in posizione

Prendete 4 o 5 fibre di gallo grizzly e fissatelo per formare le code (cerci)

Fissate due peli di alce dalla parte più sottile, uno chiaro e uno scuro, in modo da definire l’anellatura classica dell”addome

Ora, tagliate le eccedenze della coda e dei peli di alce a pari dello scalino che si è formato fissando il poly, in questo modo daremo aiutati a creare un corpo bello conico e senza scalini

Come potete vedere il corpo è perfettamente conico e senza scalini in modo che quando andremo ad avvolgere i peli di alce non avremo problemi

Ora avvolgete i due peli di alce per formare l’addome, magari mettendo prima un goccio di colla sul filo di montaggio per renderlo più resistente ai morsi del pinnuto. Tagliate l’eccedenza

Ora sollevate il poly e passate davanti col filo di montaggio e con degli avvolgimenti create una testina conica in modo che il poly che andrà a creare l’ala rimanga in posizione diagonale rispetto all’asse del corpo

Ora fissate una piuma di gallo grizzly. La misura della piuma deve risultare, dal calamo alla punta delle fibre, circa una volta e mezzo del gap dell’amo

Avvolgete la piuma di gallo per tre volte sulla testina, partendo il più possibile a ridosso dell’ala di polypropilene in modo che stia sempre meglio posizionata

Tagliate l’eccedenza della piuma di gallo e chiudete il dressing con un nodo e un goccio di colla

Tagliate il poly tenendo la forbice parallela all’amo e ad un milliemetro più in alto del palmerino di gallo

Il vostro mosquito “special” è pronto per andare in pesca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: