Bianconera UV

Vi propongo la costruzione di una ninfa UV, una variante della classica ninfa bianco e nera.

La variante dal dressing originale consiste nel rivestire interamente la ninfa con della colla UV, per aumentarne l’idrodinamica ma allo stesso tempo mantenere i colori dell’originale, logicamente andremo però a cambiare qualche materiale.

Ninfa perdigon, questo termine deriva da un metodo costruttivo usato in questi ultimi anni dagli Spagnoli e lo uso per far capire ai costruttori più giovani il tipo di ninfa che andiamo costruire. A differenza però dalle imitazioni Spagnole vado a mettere materiali e colori differenti da quelli usati da loro che di solito sono fili glitterati , e andrò a mettere materiali con i colori degli artificiali classici che usiamo al giorno d’oggi come appunto la Bianconera.
L’ uso della colla UV  per rivestire il corpo di una ninfa artificiale è però da anni che esiste anche in Italia, ci sono molti vecchi montaggi di ninfe rivestite di colla epossidica sostituita ai nostri giorni con la colla UV, materiale molto più semplice e immediato per fare questa tipologia di artificiale.

Questa tipologia di ninfa a mio parere è più catturante in molte situazioni di pesca perché essendo molto più idrodinamiche riusciremo a raggiungere profondità maggiori e in più breve tempo delle imitazioni classiche, che vengono frenate dall’acqua per l’attrito dei dubbing e altri materiali che si usano per la loro costruzione. Riusciremo dunque a raggiungere profondità maggiori addirittura restando più fini sia come amo che come bead cosa molto importante in molte situazioni di pesca. Altra cosa da non sottovalutare è la velocità di costruzione e la loro robustezza, finché non le perdete resteranno nella vostra FyBox sempre come nuove…

Quest’anno ho provato a pescarci costantemente con ottimi risultati, secondo me migliori delle passate stagioni.

Altre interessanti informazioni sull’uso di queste ninfe le trovate su youtube spiegate ottimamente da GIGI 55

 

Qui sotto troverete lo step by step fotografico e il video dressing di una ninfa Bianconera UV, con la lista dei materiali per costruirla

 

Amo: Partridge Ideal Nimph  #14

Filo di montaggio: Veevus 8/0 Black

Code-Cerci: Fibre di gallopardo

Torace: Filo bianco 8/0 e Tinsel UV Veevus Small

Corpo: Filo di montaggio nero e colla UV Solarez

Rigaggio: Tinsel silver

Sacca Alare: Pennarello nero e colla UV Solarez

Collare: Filo Veevus fluo orange 8/0

Testa: Tungsten bead silver 3,5mm

 

 

Preparate su un amo di misura #14 per il montaggio di ninfe, una perlina di tungsteno da 3 / 3,5mm e fissatelo su un morsetto. Prendete il filo di montaggio nero e fissatelo all’amo

 

Prendete 3 fibre da una piuma di gallopardo e fissatele all’amo per formare le code

 

Avvolgete il filo di montaggio fino ad arrivare quasi alla curvatura dell’amo e con l’ultimo giro fate passare sotto le code il filo. Vedrete alzarsi e aprirsi le code. (Per i meno esperti consiglio di visualizzare il video)

 

Tagliate le eccedenze delle fibre a filo della bead di tungsteno e rivestite il tutto col filo di montaggio poi tornate vicino alle code e fissate il tinsel piatto per il rigaggio. Date una leggera conicità al sottocorpo dell’artificiale con degli avvolgimenti di filo

 

Avvolgete il tinsel argento per creare l’addome della ninfa a spire abbastanza larghe.

 

Cambiate il filo di montaggio nero sostituendolo con uno di colore bianco, sempre di misura 8/0

 

Fissate il tinsel della Veevus o dei similari sempre UV

 

Create il torace dell’artificiale e avvolgete il tinsel UV un paio di volte

 

Fissate il filo fire orange, sempre di misura 8/0 per creare il classico collarino fluo della ninfa bianco e nera classica

 

Formate il collarino con dei nodi di chiusura e tagliate il filo

 

Mettete una goccia di colla UV sulla ninfa e stendetela uniformemente con uno spillo di montaggio. Catalizzate la colla con la lampada UV

 

Con un pennarello indelebile nero disegnate la sacca alare

 

……e lasciate asciugare un minutino

 

Mettete una goccia di colla UV sopra la parte disegnata e catalizzatela con la lampada, in questo modo la colorazione della sacca alare resisterà ai colpi che la ninfa prenderà sui sassi dei fondali

 

La vostra ninfa Bianco Nera PH è pronta per andare in pesca, una ninfa molto facile da costruire e molto catturante, poco tempo per realizzarla e una durabilità molto elevata rispetto alle altre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: